Enoteca La Cantina di Alice

Pinot Nero Bachgart DOC

Pinot Nero Bachgart DOC

25.00

Tipo: rosso, fermo

Annata: 2017

Regione: Trentino-Alto Adige

Vitigno: Pinot Nero

Invecchiamento: acciaio e legno

Vol. Alc.: 13,5%

Produzione: 4500 bottiglie

Vita del vino: si consiglia di berlo entro 8 anni dalla vendemmia

In Alto Adige esistono terreni in cui il pinot nero dà il meglio di sé. La zona più conosciuta si trova tra Ora e Appiano, le famose vigne di Mazzon. Esiste però un’altra località nota ai più esperti conoscitori di vino, situata lungo la stretta Valle Isarco, a Campodazzo. I piccoli vigneti sono stati creati grazie al terrazzamento del fianco montuoso, tra i 400 e i 650 metri sul livello del mare.

La particolare conformazione del terreno composta di limo-ghiaioso fa esprimere al meglio le caratteristiche del pinot nero, una delle uve più difficili da coltivare a causa della sua sottile buccia.

La vendemmia è effettuata a mano in vigne allevate a pergola e a guyot, le tipiche forme di allevamento altoatesine; una volta giunto in cantina il pinot nero viene selezionato su banchi di cernita e successivamente diraspa-pigiato. Per estrarre al meglio la sua aromaticità subisce un periodo di criomacerazione in vasca, in maniera tale da far migrare le molecole volatili nel mosto e conservarle al meglio. La fermentazione è attuata in grosse botti di rovere francese per un periodo di circa 2 settimane. Qui vengono effettuati rimontaggi per estrarre la materia colorante e il tannino da buccia e semi. L’invecchiamento è condotto in legno per circa 15 mesi in cui il vino viene movimentato sui suoi lieviti nobili grazie al batonnage. Per stabilizzare il vino segue elevazione in bottiglia per alcuni mesi previa commercializzazione.

Si consiglia di stappare almeno un’ora prima di degustarlo.

Descrizione

Nel bicchiere si presenta di un color rosso rubino dagli splendidi riflessi granati.

Al naso è suadente con emblematici aromi di fiori, specialmente rosa, iris e viola. Mano a mano che l’ossigeno entra in contatto con il vino regala note di frutta rossa come ribes, fragola e ciliegia. Infine gli aromi del legno fanno capolino, con una bella nota vanigliata e di boisè.

In bocca è morbido, molto slanciato per via dell’alta acidità e della sua mineralità. I tannini sono morbidi ed eleganti e non sono invasivi. Il finale è persistente ed è mediato da aromi di frutta e legno.

E’ una bottiglia consigliata con piatti di carne e di selvaggina o della cucina altoatesina.

X