Enoteca La Cantina di Alice

Malvasia Lunga PRS Anno Zero

Malvasia Lunga PRS Anno Zero

12.50

Tipo: bianco, fermo

Annata: 2019

Regione: Toscana

Vitigno: Malvasia Lunga 100%

Invecchiamento: Cemento

Vol. Alc.: 12,5%

Produzione: 4800 bottiglie

Vita del vino: si consiglia di berlo entro 5 anni dalla vendemmia

Quando si parla di Malvasia, molto spesso si pensa erroneamente che il vino da essa derivata sia dolce. Invece non tutte le malvasie sono adatte a fare vini dolci. La malvasia bianca lunga infatti si pensa che sia di origine greca e che nei secoli abbia viaggiato lungo i mari e i porti e piano piano sia risalita lungo lo stivale. Attualmente viene coltivata in Puglia e in diverse zone della Toscana.

L’azienda Pietro Beconcini alleva questo vitigno a guyot, su terreni composti da argille calcaree.

La vendemmia viene svolta nella prima decade di settembre in modo da avere una perfetta maturità tecnologica. Una volta arrivata in cantina, l’uva viene selezionata tramite tavoli di cernita per eliminare i residui verdi della vigna. La malvasia lunga viene poi diraspa-pigiata e posta in cemento vetrificato dove viene svolta una leggera macerazione buccia-mosto per circa 12 ore.

Successivamente il mosto arricchito di aromi e antiociani provenienti dalla buccia viene messo a fermentare sui suoi lieviti indigeni.  Una volta che questo processo termina il PRS viene messo ad elevare per circa 4-5 mesi in silos di cemento, e rimestato con frequenti batonnage. Per finire viene imbottigliato e lasciato ad affinare in vetro per alcuni mesi prima di essere commercializzato.

Si consiglia di servire freddo a circa 5-8° C.

Descrizione

Nel bicchiere è color giallo-oro tenue con riflessi verdolini.

Al naso è intrigante con aromi di frutta esotica, come ananas e mango e aromi agrumati, come lime, pompelmo e cedro. Il bouquet è persistente e dura a lungo.

In bocca è un vino molto sapido, a tratti minerale con una buona spalla acida. Ritornano le note di frutta esotica, agrumi ed emergono lievi note di erba appena tagliata e di mare.

Il finale è piacevole, intenso, e lascia la bocca pulita, pronta ad assaporare un nuovo bicchiere.

Si consiglia di berlo come aperitivo o durante una serata estiva a base di pesce e verdure.

X