Enoteca La Cantina di Alice

Ciliegiolo Maremma Toscana DOC

Ciliegiolo Maremma Toscana DOC

12.50

Tipo: rosso, fermo

Annata: 2018

Regione: Toscana

Vitigno: 100% Ciliegiolo

Invecchiamento: cemento, legno e bottiglia

Vol. Alc.: 13,00%

Produzione:

Vita del vino: si consiglia di berlo entro 5-8 anni dalla vendemmia

In Toscana, ai piedi del monte Amiata, si trova la vigna di ciliegiolo che è all’origine di questo vino.

Gli ampelografi pensano che il ciliegiolo possa essere il figlio del Sangiovese del Moscato Violetto.

La sua vigna si trova nel’appezzamento sotto l’azienda su un terreno ricco di argilla rossa, ed è curata utilizzando la lotta integrata al fine di ridurre l’impatto dei fitofarmaci e preservare la biodiversità ambientale. Il sistema di allevamento scelto è quello del cordone speronato che permette di operare a mano all’interno dei filari.

La vendemmia manuale viene fatta tra settembre e ottobre nel pieno della maturità tecnologica del ciliegiolo. L’uva è cernita sia in vigna che all’arrivo in cantina.

Trattandosi di una giovane azienda, la cantina è stata progettata da zero, a partire dal concetto di ridurre gli stress ossidativi dovuti alle lavorazioni di tipo meccanico durante il processo enologico.

Le uve infatti raggiungono i fermentini per caduta dalla postazione di vendemmia situata sul tetto.

Le vasche sono prodotte in cemento, utile a isolare e inertizzare il vino dall’ambiente circostante.

Qui il mosto fermenta e macera per circa 20 giorni a temperatura controllata. Una volta svinato, il vino affina in tonneaux di rovere francese per almeno 10 mesi. Successivamente viene imbottigliato e lasciato a stabilizzare per almeno 3 mesi prima della messa in commercio.

Si consiglia di stappare almeno un’ora prima di berlo, per lasciare respirare il vino.

 

 

 

 

 

Descrizione

Nel bicchiere si presenta di un color rosso porpora con riflessi violacei.

Al naso predominano i sentori tipici del ciliegiolo. Sono riconoscibili aromi fruttati, in primis quelli di ciliegia, di frutti di bosco, di melograno. Emergono poi quelli derivati dal passaggio in botte, ovvero note speziate e leggermente tostate, tra cui si nota il pepe nero, la liquirizia e la cannella.

In bocca è caldo e morbido. Caratteristica tipica del ciliegiolo è quella di avere poca acidità che apre ad una trama tannica che accompagna il sorso, senza mai essere troppo invadente.

Ritornano gli aromi speziati e di frutta matura, andando a chiudere su una sottile nota di ribes e vaniglia.

E’ una bottiglia consigliata per tutti coloro che vogliono bere un rosso, ma che non amano troppo l’astringeza dei tannini. La sua morbidità si accosta bene ad accompagnamenti non usuali, come alla pizza, ad antipasti e a primi. Ottimo ovviamente con piatti a base carne e quelli della tradzione toscana.

 

 

X